Il percorso nel Rione: “Edicole” e “Divinazioni”

Installazione di Stefano Minzi (foto di F. Pariosella)

“DIVINAZIONI”

Un monumento dimenticato, un albero, un filo di panni stesi, una storia, una persona, possono essere risvegliati ad arte, da un artista, da un cantastorie, da una poetessa, da un musicista.

In forma di installazioni site specific o di happening per le vie del rione.

 

Esibizione del Ponentino Trio a Piazza Gioacchino Belli

Happening 

  • Monumento di G.Belli, piazza G.Belli, 27 novembre 2016

Omaggio a Gioachino Belli con letture e canzoni del Ponentino Trio.

  • Monumento di Giuditta Tavani Arquati, vicolo della Torre, 4 dicembre 2016: Omaggio a Giuditta Tavani Arquati e alla Repubblica Romana con letture e canzoni del Ponentino Trio.
  • Piazza della Scala e vie di Trastevere, 7 dicembre 2016

Omaggio a Stefano Rosso: su un carretto trasteverino addobbato per l’evento, le sue canzoni risuoneranno nei luoghi che le hanno ispirate o viste nascere. Questa inusuale processione musicale avrà luogo in occasione dell’anniversario del suo giorno natale.

  • Piazza San Cosimato, 8/9 dicembre 2016 :in occasione del Festival piccola editoria , a cura della Libreria Ottimo Massimo, vi sarà un workshop di incisione e stampa fine art  condotto dai giovani di Tothem Tour in cui verranno stampate immagini che rappresentano i luoghi e i locali storici di Trastevere.
  • Monumento dedicato a Trilussa, piazza Trilussa, 26 febbraio 2017: Omaggio a Trilussa con letture e canzoni del Ponentino Trio.

Istallazione di Felice Levini a via del Mattonato

Installazioni site specific

  • Panni stesi a vicolo del Mattonato e a vicolo Moroni, installazioni di Felice Levini e di Stefano Minzi tra i filari di panni stesi tra i palazzi, caratteristica di certe vie laterali del quartiere.
  • Finestrella di Palazzo Leopardi, passaggio Santa Maria/San Callisto: all’interno di una finestrella-nicchia è stata collocata la scultura di Andrea Fogli che raffigura Viviane che ogni mattina si siede proprio lì sotto e ricama i suoi piccoli arazzi.
  • Glicine monumentale di vicolo del Bologna- piazza della Scala: installazione luminosa e sonora site specific di Kristin Jones realizzata tra i rami del “ glicine libero” del vicolo che ha divelto una recinzione di ferro, ingobandola, e ricopre come montagna i tetti all’angolo di p.zza della Scala.
  • Supermercato Conad, via San Francesco a Ripa: saranno esposte le poesie di Lucianna Argentino che raccontano i suoi 12 anni come cassiera in un supermercato. Dalle sue poesie emerge  la necessità del dialogo, dell’incontro tra persona e persona. 
  • Excubitorium, via della VII Coorte, dietro l’ex cinema Roma di piazza Sonnino, installazione site specific di Alberto Zanazzo ispirata al lavoro dei vigili del fuoco lì attivi nell’antica Roma, al ‘dormire fuori’, all’ essere ‘vigili’ e ‘attenti’ al mondo.
  • Targa commemorativa del luogo natale di Apollinaire, Piazza Mastai: sull’asta vuota che è lì accanto Elisabeth Frolet collocherà una bandiera dedicata al “malinconico” poeta francese.
  • Vicolo del Piede, entrata ex cinema Pasquino: qui Guido Palma, il ghost writer che da oltre 20 anni “pubblica” le sue “pasquinate” sulla statua di Pasquino, si trasferirà per la durata della mostra, rianimando così con i suoi componimenti poetici-satirici il tradizionale spirito del quartiere di Trilussa e Belli.
  • Albero di avocado, Piazza sant’ Egidio: intervento sonoro e visivo di Paolo Marabotto incentrato sulla favola “L’avocado migrante” che ha scritto e illustratato per l’occasione e ha dedicato al tema dell’ospitalità e della migrazione.
  • Piazza dei Renzi : installazione di Cristina Falasca dedicata alle due  magnolie al centro della piazza Installazione piantate per festeggiare la nascita di due bambine  e per contrastare l’invadenza delle auto parcheggiate. Happening (solo il 24 novembre): distribuzione di “seeds balls” d’artista con semi magnolia, azalea e cartigli con brevi storie-leggende.
  • Muro di cinta Ospedale Regina Margherita (tra via Roma Libera e via Morosini): in questo caso non si tratta di una divinazione artistica ma della segnalazione (da parte di Andrea Fogli ) una meraviglia quotidiana che passa inosservata, il “Belvedere delle Ombre”.

I passanti sono invitati a contemplare le diverse monumentali ombre che i platani, grazie alla luce dei lampioni, proiettano sul muro di cinta dell’ospedale (mutevoli nel corso delle stagioni).

  • Muro di via Benedetta (dietro Fontana): intervento di Ivan Calamita che ha incorniciato con bianche cornici barocche tre elementi presenti sul muro: una targa con vecchio numero civico, una piantina nata lì e una sequenza di mattoni “dipinti” dal tempo e dalle intemperie.
  • Grande cortile-giardino di via della Lungara 18: il visitatore che si inoltrerà in questo incantevole nascosto giardino, preceduto dal bel ninfeo visibile dall’entrata su via della Lungara, troverà 2 apparizioni inaspettate di due artisti che hanno abitato qui: una grande scultura di Giuliano Gemma che rappresenta Charlot e il suo piccolo “monello”, e un gatto in travertino di Leonetta Marcotulli nascosto tra i vasi delle piante .

Istallazione di Andrea Foglia in Piazza Santa Maria in Trastevere

LE “EDICOLE”

Abbiamo chiamato “Edicole” i locali di Trastevere che ospiteranno opere d’arte collocate “ad hoc”, ma che già in se stessi sono luoghi tutti da scoprire: molti di questi posti, dove si affastellano foto, quadri, oggetti, materiali e creazioni d’ogni sorta, sono infatti delle vere e proprie “camere delle meraviglie”. Luoghi da scoprire anche per le persone un po’ speciali che vi lavorano o le frequentano, dai trasteverini doc agli artisti ed artigiani. 

 

Percorso A: da piazza S.Egidio a Porta Settimiana e via Benedetta

  • Liuteria di Mohssen, Vicolo del Cedro 34: una delle “wunderkammer” più affascinanti di Trastevere allestita da Mohssen Kasirossafar che è anche musicista, fotografo e poeta, oltre che grande amante di gatti e di piante con cui aveva abbellito tutto il vicolo.
  • Bar della Scala, via della Scala 4 : quadri e sculture.di Serge Uberti.
  • Vineria da Biagio, via della Scala 64 : bottiglie d’artista ideate da Luan Scaringella e Emilio Leofreddi da scovare nelle pareti stracolme di bottiglie della storica vineria.
  • Latteria, vicolo della Scala 1: in uno dei nuovi bar più amati di Trastevere, nella piccola sala mostre, le opere fotografiche di Max Wayne.
  • Trattoria Da Lucia, vicolo del Mattonato 25 : favola scritta da Andrea Calabretta e illustrata da Caterina Bolasco dedicata ai gatti di Trastevere e in particolare al loro regno del vicino vicolo del Leopardo:in questo vicolo si potranno scoprire il tempietto in ricordo di Pupone ed altre curiose costruzioni e targhe dedicate ai gatti “stradaroli”.
  • Atelier Tania Welz, vicolo del Leopardo 23: in permanenza gli arazzi dell’artista tedesca Tania Welz da tanti anni a Trastevere e le illustrazioni di Caterina Martusciello che ha qui il suo studio “in cantina”.
  • Osteria da Olindo, vicolo della Scala 8 : foto dell’outsider Carmine Calabrò che per vari anni ha lavorato come portiere in un palazzo di Trastevere; in permanenza opere di Clerici, A.Sassù, N.Parigini
  • Vetrate d’arte Giuliani, via Garibaldi 55 : in permanenza le vetrate artistiche del famoso laboratorio attivo dal 1900 a Trastevere e che ha collaborato con artisti come Cambelotti, Ontani, Dorazio, Paladino.
  • Antica Pesa, via Garibaldi 18 : fotografie di Chiara Caselli; in permanenza opere di Sandro Chia e sala affrescata con dipinti di Riccardo Tommasi  Ferroni, Lorenzo Tornabuoni, Martin Bradley, Ugo Attardi…).
  • L’Angolo, via Garibaldi 1: nell’affascinante negozio d’abbigliamento femminile attivo dal 1972, le opere-gioielli “da indossare” di Paola Volpi e il collages realizzati con i petali di fiori da Viviane Nicolai, la ricamatrice di Santa Maria, una dei personaggi più noti del rione.
  • Bar Settimiano, porta Settimiana 1: Giuliano Gemma, sculture in bronzo dei suoi amati
  • Da Romolo, porta Settimiana 8 : quadreria d’arte permanente formata dalle opere dei loro clienti artisti (Schifano, Angeli, Guidi, Guttuso, Mirò,Trilussa ecc).
  • Falegname-restauratore Rocco, via Santa Dorotea: in vetrina il ritratto di Gianluigi Mattia che raffigura l’amico falegname e restauratore che affiora tra le mille cose lì affastellate alla rinfusa.
  • La Boccaccia, via di Santa Dorotea 2: nel laboratorio della “pizza a taglio” del rione preferita non solo dal curatore della mostra, la giovane figlia del proprietario, Naila Marganella, allestirà, oltre ad alcune sue foto di viaggio in giro per il mondo, una bacheca “ecologica” e “solidale”.
  • Officina della Carta, via Benedetta 26b: tra i quaderni, almanacchi, calamai ed altre affascinanti creazioni “cartacee”, vi saranno le carte cinesi e i quaderni scritti e dipinti da Elisa Montessori.
  • I dolci di Checco, via Benedetta 7: in mostra alcuni dei ritratti dei “testimoni guida” della mostra al museo di Roma in Trastevere (foto di F. Passi e S. Fogli).
  • Ristorante Checco er Carrettiere, via Benedetta 10: Federico Passi (entrata) con ritratti fotografici dei cuochi e camerieri del ristorante; Andrea Fogli (sala); e Gloria Argeles, Ivan Calamita, Serge Uberti con opere incentrate sul tema dell’ombra (giardino).

 

Percorso A2: da Porta Settimiana a via della Lungara 

  • Aegea Mosaici, via Corsini 8: in questo giovane laboratorio dove si rinnova l’arte del mosaico e della ceramica, accanto alle creazioni degli artisti-artigiani lì operanti, i mosaici di Elisa Montessori.
  • L’orto dell’Arte, Via Corsini 9: in questo laboratorio di “ceramica e filato” saranno esposti su un unico ripiano i lavori di una allieva del corso di ceramica, Marta Coturi, e quelli in terracotta di Andrea Fogli. In permanenza opere dell’artista mosaicista e ceramista Francesca Roperto.
  • Bar Lungara 40, via della Lungara 15 : Uberti, M.Mc Loughlin, A.Fogli, A.Caiello, originali delle “tovagliette d’artista” realizzate nel 2015 per il bar.
  • Il Miraggio, via della Lungara 16 : nel ristorante arredato con vecchie mappe e foto di Roma, le “lupe” di Kristin Jones e le foto di  Federico Passi mostrano una diversa e contemporanea visione della “città eterna”.
  • Casa internazionale delle Donne, via della Lungara 19: nel corridoio al piano terra dipinti e disegni di Lucianellla Cafagna.
  • Antica Cereria di Giorgio, via San Francesco di Sales 85: in permanenza foto di Ottavio Celestino dedicate alla storica cereria attiva da oltre 100 anni.
  • Studio Esthia, via San Francesco di Sales 1: opere della giovane artista in residenza, Alice Rozzettu, e proiezione (solo per il 24) di un video realizzato da Christina Heger riprendendo una processione religiosa attraverso la grande serranda sulla via.
  • Osteria da Giovanni, via della Lungara 41: Ciriaco Campus e foto del Filmstudio

 

Percorso B: da piazza S.Egidio a  Piazza Trilussa e via del Moro 

  • Bar il Moijetaro, vicolo del Cinque 60: Rietje Knops, trittico dedicato alle crepe dei marciapedi romani; in permanenza galleria fotografica di Piero Marsili e ceramiche di Giovanni Cavero.
  • Laboratorio gioielli di Ivano, vicolo del Bologna 14: in questo piccolo affascinante laboratorio dove Ivano Langella espone le sue originali creazioni saranno “incastonate” alcune opere di Elisabeth Frolet.
  • Lumieres, vicolo del Cinque 48: in quest’altra affascinante “wunderkammer” di Trastevere appariranno tra la selva di vecchie e stravaganti lampade trouvés, i piccoli disegni surrealisti di Ixie Darkoon.
  • Osteria da Corrado, via della Pelliccia 39: Sandro Fogli con una grande mappa del centro di Roma rielaborata e stampata nero su oro
  • Osteria da Augusto, piazza dei Renzi 15: Paolo Ristonchi; in permanenza Paul Harbutt e foto dei famosi ospiti che da tanti anni si ritrovano in questa storica osteria.
  • Tabaccheria “Norina” – Giovenchi, via del Moro 39: ironico lavoro di Luan Scaringella dedicato alle campagne contro il fumo.
  • Osteria Mario’s, via del Moro 53/55: in permanenza un autoritratto e una poesia ad “albero di Natale” dell’attore Francesco Carnelutti, affezionato storico cliente dell-osteria e l’affascinante quadreria di quadri, poesie e disegni donati da vari altri clienti artisti e poeti;
  • Polvere di tempo, via del Moro 59 : la meravigliosa “wunderkammer” popolata da clessidre, meridiane, mappamondi e altre “meraviglie” realizzate o raccolte da Adrian Rodriguez, ospiterà in vetrina le minuscole sculture di Alfredo Pea realizzate con objets trouvés a Porta Portese e per le strade del rione.
  • Almost Corner Bookshop, via del Moro 45: Marilù Eustachio espone alcuni ritratti di scrittori angloamericani nella nota libreria in lingua inglese di Trastevere.
  • Laboratorio pasticceria Valzani , via del Moro 37: nella deliziosa antica vetrina di questa affascinante storico laboratorio trasteverino, vi è un’opera di Mario Schifano che ventenne ha lavorato qui come aiuto pasticcere; in permanenza galleria di quadri in stile surrealista-pop di Giovanni Valzani, maestro pasticcere.
  • Teatro Belli, piazza Sant’Apollonia 11a: in mostra le affascinanti opere “teatrali” Giovanni Tommasi Ferroni e Maia Kokocinski.
  • Osteria Der Belli, piazza Sant’Apollonia 11: in permanenza opere e foto ritratti di Peter Berling, uno dei nostri “testimoni guida”, cliente fisso di questo rinomato ristorante trasteverino.
  • Bar Antico Caffè, piazza Sant’Apollonia 1: fotografie degli artisti di strada del Ponentino Trio.

Percorso C: da piazza S.Egidio  a piazza Santa Maria in Trastevere a piazza San Cosimato  e via Mameli

  • Studio 33, via della Paglia 33: lo studio fotografico ospiterà la mostra “After sex”, progetto ideato dal fotografo Valerio de Berardinis in collaborazione con il collettivo artistico Kalzenere, in cui saranno esposte le opere dei suoi studenti della Roman University of Fine Art (RUFA) realizzate con uno smartphone.
  • Edicola giornali, Santa Maria in Trastevere : libri e pubblicazioni su Trastevere o di autori “trasteverini” e bacheca appuntamenti della manifestazione “TRASTEVERE intrecci d’arte e di vita”.
  • Libreria Minimum Fax, via della Lungaretta 90/e – Santa Maria in Trastevere: nella dinamica libreria dell’omonima casa editrice, le inedite “vignette” scritte e disegnate dal regista Giuseppe Piccioni in collaborazione con lo sceneggiatore Franco Bernini.
  • Bar Di Marzio, piazza Santa Maria : quadro di Titina Maselli e suo foto ritratto nella sua casa di via San Callisto; in permanenza opere Rafael Alberti dedicate al bar e al cane Marco di S.Maria.
  • Bar San Callisto, piazza San Calisto 4 : foto di Trastevere di Fabio Parisella.
  • Samovar, piazza San Calisto 15: in uno dei più amati nuovi locali di Trastevere, che già ospita i collages del giornalista Stefano Malatesta e di Lorenzo Pesce, le opere su carta di Silvia Codignola che rielabora immagini “sacre” e “profane” della nostra memoria.
  • Libreria Ottimo Massimo, via Manara 16/17 : nella libreria-laboratorio per bambini e ragazzi, le creazioni multicolori e gioiose di Julie Polidoro.
  • Drogheria Innocenzi, via Natale del Grande 31piazza Cosimato : fotografie di Laurence Leblanc realizzate in Cambogia che dialogano con le vetrine stracolme di prodotti esotici sottolineando il lavoro che è all’origine di tanti prodotti che poi arrivano sulle nostre tavole.
  • Trattoria Ficini, via Natale del Grande 10 : Elisabeth Frolet espone nella trattoria amica sotto casa sua.
  • Bar Berti, via Natale del Grande 46 : nella saletta mostre di questo bar aperto nel 1951 le foto di scena degli spettacoli del vicino Teatro Argot
  • Galleria d’illustrazione dell’Officina B5, via Bertani 17: in permanenza le illustrazioni dei maestri della scuola d’illustrazione di via Bertani e di altri noti illustratori italiani.
  • Big Star, via Mameli 25: nel bar luogo di ritrovo dei “ragazzi del Nuovo Cinema America” e della factory di via Bertani, dove si tengono anche concerti e proiezioni, in mostra opera dell’artista Pax Paloscia, che ha lì ha due passi il suo studio.
  • Bottega falegname Franco Gismant, via Gaetano Sacchi:  in permanenza accanto all’ingresso della bottega, opera di street art di Pax Paloscia su vecchio pannello in legno lì abbandonato.
  • Bar Glorioso, viale Glorioso 6 : in permanenza foto di Trastevere donate dai clienti e foto realizzate sui set del regista Gianni di Gregorio che con Sergio Leone è uno degli amici storici di questo bar custodito con amore dal barista Marco.

Percorso C2: da piazza S.Calisto a via S.Francesco a Ripa al Nuovo Sacher

  • Pizzeria da Ivo, via S.Francesco a Ripa 158 : “W Santa Maria giallorossa”, stendardo di Andrea Fogli realizzato nel 2001 in occasione dello scudetto della Roma e che è stato esposto alla finestra della sua casa su S.Maria.
  • Poggi, piazza Cardinal Merry 19 : nella succursale trasteverina della famosa bottega di Belle Arti di Memmo Mancini di via Piè di Marmo, in vetrina un’opera incentrata tutta sul colore di Peter Flaccus
  • “Antica Caciara”, via San Francesco a Ripa : in vetrina dipinto su vetro di Roberto de Francisci.
  • Libreria Edizioni Anicia, via S.Francesco a Ripa 67: selezione dei disegni e scritti dei bambini della vicina Scuola Elementare Regina Margherita esposti recentemente, con quelli di noti artisti e scrittori, alla Casa delle Letterature.
  • Stamperia del Tevere, via San Francesco a Ripa 69: l’unica stamperia calcografica ora attiva a Trastevere, che organizza anche mostre d’incisione, ospita in permanenza le opere del “collettivo” che condivide spazi e attività: Fornaci, A.Consiglio, V.Gasparrini, S.Doccioli, M.Fraietta, U.Saad, S.Laaksonen.
  • Lettere/Cafè, via S.Francesco a Ripa 100: nella sala reading-concerti del primo caffè letterario di Roma una selezione delle foto dei momenti e dei personaggi più significativi che animato il locale e i disegni dedicati ai “Disastri” del nostro tempo di Gloria Argeles. In permanenza anche un opera di Riccardo Mannelli.
  • Cinema Nuovo Sacher, Largo Ascianghi 1: in mostra una delle opere del fregio di Giuseppe Salvatori che negli anni ’90 era collocato nella sala del cinema di Nanni Moretti.

 

Percorso D: da via della Lungaretta a piazza Santa Cecilia

  • Fior di Luna, via Lungaretta 96: nel laboratorio di gelati più raffinato ed “ecosostenibile” di Trastevere, due dipinti astratti e puri, realizzati in cera e con colori “dolci”, di Peter Flaccus.
  • Trastevere Calcio Store, via della Lungaretta 98/99: lavoro fotografico di Sandro Fogli dedicato a Francesco Totti e ai suoi inizi come giocatore nella squadra di Trastevere.
  • Open Door Bookshop, via della Lungaretta 23: in uno dei locali più affascinanti di Trastevere Marleene Mc Loughlin collocherà le sue piccole mappe di giardini romani realizzati all’acquerello.
  • Opere&Caffè, via della Lungaretta 18: nel locale in cui, a cura dell’artista Luan Scaringella e Federica Morais, hanno luogo mostre e concerti, vi saranno affascinanti installazioni di Marie Naumann, e dal 18/12 di David Salge, giovani artisti che hanno frequentato il corso all’Accademia di Belle Arti diretto da A.Fogli.
  • Laboratorio pasticceria Innocenti, via della Luce 21 : Peter Flaccus, dipinti realizzati con la cera e con “colori dolci”che richiamano le prelibatezze di questo storico laboratorio.
  • Bar Lillo, via dei Genovesi 39 : opere degli amici artisti di Lillo e Luciano: Paola de Vito, Corrado Giambra, Franz Ecke, Janine Reeves
  • Libreria Griot, via di S.Cecilia 1/a: nella libreria dedicata alla letteratura africana, in mostra le foto di Mohamed Keita; tra le cose curiose che si potranno trovare in questo luogo “sui generis” le firme dei tanti autori africani che hanno presentato qui presentato i loro libri, tra cui quella del keniano Nguci Wa Thiong’o e di Anita Daulne, cantante del gruppo Zap Mama.
  • Studio Grieco, via Peretti 29b : nello studio d’arte del maestro ceramista Antonio Grieco, oltre alle sue opere saranno in mostra quelle di Jasmine Pignatelli, Giuseppe Ducrot, Riccardo Monachesi, Davide Monadi e Roberto de Francisci-Epifani.
  • Mirò, via dei Vascellari 19: nel laboratorio di restauro di “women at work”, tra immagini sacre di Madonne ed altre meraviglie, sarà collocata una sensuale “maternità”, scultura in gesso di Domenico Annicchiarico, maestro d’arte che lì vicino ha avuto il suo storico laboratorio di via Santa Maria in Cappella.
  • Studio Forme, via di Santa Cecilia 15 e 30/b: in permanenza le creazioni del laboratorio d’arte di Rita che dal 1973 produce opere ed oggetti in vetro e ceramica e ha realizzato numerosi interventi di restauro del patrimonio artistico nazionale, oltre ad aver collaborato con noti artisti, tra cui Guido Strazza.
  • Libreria dei Ragazzi – Nuove Edizioni Romane, piazza Santa Cecilia 18 : in permanenza le marionette sospese in aria di Yves Legal che amplificano la dimensione di favola di questa libreria-casa editrice che da venti anni si dedica alla letteratura per bambini e ragazzi.