Percorso per Trastevere, dal 24 Novembre

Percorso per Trastevere, opening 24 novembre  (Con la Collaborazione del Municipio I ROMA Centro)

 

In circa 60 locali di Trastevere (bar e ristoranti, botteghe artigiane, teatri, librerie ecc.), denominati Edicole”, saranno collocate delle opere d’arte o fotografie scelte in relazione alla natura di questi ambienti, o anche semplicemente segnalate le opere artistiche già lì presenti. Le opere che saranno inserite in questi luoghi non saranno lì in “bella vetrina”, ma per portare attenzione a queste affascinanti “Edicole”, in vari casi vere “camere delle meraviglie”: meraviglia che in tutti i locali è trasmessa anche da chi vi lavora e da chi li frequenta, dalle relazioni umane che in questi posti “sopravvivono” o si “rinnovano”.

Tra le “Edicole” dove saranno collocate “ad hoc” delle opere d’arte segnaliamo:
– un quadro di Schifano nella incantevole antica pasticceria Valzani a via del Moro dove l’artista da ragazzo è stato per un periodo apprendista pasticcere;
– l’opera di Titina Maselli esposta al bar Di Marzio a Santa Maria, dove spesso si poteva vedere l’artista seduta per un caffè;
– due boxer in bronzo di Giuliano Gemma nel bar Settimiano dell’amico Ferruccio, con cui organizzò una comitiva per seguire il match mondiale del pugile Benvenuti negli States;
– un omaggio a Totti bambino allo store della Trastevere calcio, in cui giocava da ragazzino;
– la libreria casa editrice Anicia con disegni e scritti di alunni del Regina Margherita (recentemente esposti alla Casa delle Letterature con opere e scritti di artisti e scrittori) ed  inoltre il giardino di Checco il Carrettiere come galleria d’arte all’aperto, le bottiglie ridipinte da Emilio Leofreddi e Luan Scaringella nascoste tra le numerose che affollano la piccola vecchia vineria di Biagio…

Tra le “Edicole” che invece saranno segnalate per opere d’arte e creazioni artigianali già lì presenti segnaliamo: l’Antica Pesa con l’atrio con varie opere di Sandro Chia e le sale affrescate (Riccardo Tommasi  Ferroni, Lorenzo Tornabuoni, Martin Bradley, Ugo Attardi ecc);
– il cinema Nuovo Sacher dove sarà documentato il fregio pittorico di Giuseppe Salvatori lì presente negli anni ’90;
– la quadreria d’arte di Romolo a porta Settimiana fatta con le opere dei loro clienti artisti (Schifano, Angeli, Guidi, Guttuso, Mirò, Trilussa ecc);
– i disegni degli illustratori della factory di via Bertani nella loro galleria d’arte d’illustrazione; le vetrate artistiche della storica Vetreria Giuliani (da 116 anni a Trastevere),
– le creazioni dello Studio Forme a via Santa Cecilia e delle mosaiciste di Aegea a via Corsini,
– le clessidre e i meridiani e altre meraviglie create da Adrian Rodriguez  nella bottega Polvere di Tempo,
– i lavori di artisti disabili nella Trattoria degli Amici della Comunità di Sant’Egidio…

Completeranno il percorso le Divinazioni”, una serie di interventi d’artista site specific in alcuni significativi luoghi del rione:

  • dalle “piante leggendarie” (il glicine monumentale del vicolo del Bologna, l’albero di avocado di piazza sant’Egidio, le due magnolie di piazza dei Renzi) ai panni stesi tra i vicoli;
  • dall’Excubitorium dell’antica Roma in via della VII Coorte alla targa in ricordo di Apollinaire nato a piazza Mastai, includendo muri, nicchie e finestre del rione.
  • Il percorso delle “Divinazioni” prevede diversi happening: davanti ai monumenti in ricordo di Belli (27 novembre), Giuditta Tavani Arquati (4 dicembre) e Giuditta Tavani Arquati (26 febbraio) con letture e stornelli del Ponentino Trio dedicati a queste personalità note trasteverine;
  • una “processione musicale” per il rione in omaggio al cantautore trasteverino Stefano Rosso (7 dicembre) e una lettura concerto (il 26 gennaio, prima del “giorno della memoria) dedicata alla Resistenza davanti alla targa dei partigiani di Trastevere a Santa Maria…